Comune di Petritoli

PETRITOLI - IL PAESE DEI MATRIMONI



Sono circa cento le coppie di sposi stranieri che dal 2007 hanno deciso di vivere, quello che dovrebbe essere il giorno più bello di una vita, a Petritoli. Un borgo medioevale di circa 2500 abitanti, intatto nella sua antica e maestosa bellezza, sdraiato sulle fertili colline del sud delle Marche, tra il mare Adriatico e la catena dei Sibillini, i “Monti Azzurri” di leopardiana memoria. Operatori turistici del nord Europa residenti a Petritoli, dopo il matrimonio civile di una coppia di giovani tedeschi, hanno avuto la brillante intuizione di pubblicizzare, con esauriente documentazione fotografica riguardante gli angoli caratteristici del paese, l’evento nell’area europea ed internazionale. La risposta è stata immediata e sorprendente come istantanea è stata la replica dell’Amministrazione Comunale del Sindaco Tomassini che ha approntato un apposito regolamento per mettere a disposizione degli ospiti gli angoli più suggestivi del paese: il Teatro dell’Iride, la piazza della Rocca dove al lume di candela vengono serviti aperitivi e banchetti, lo spettacolare balcone della Torre Civica dove i fotografi creano le immagini più suggestive, l’ampio Orto dell’Asilo da dove si gode un emozionante panorama e tutto quanto possa essere gradito anche dai sempre numerosi ospiti degli sposi. Anche l’Antica Stamperia Fabiani, struttura privata di notevole interesse storico e culturale, viene messa a disposizione degli ospiti.
L’Amministrazione Comunale locale ha quindi affrontato il fenomeno con decisione e professionalità riuscendo ad ottenere risultati eccellenti sia dal punto di vista dell’intrattenimento, proponendo spettacoli di ogni genere dal folklore ai concerti di musica moderna e classica, alle sagre, a momenti di sport ecc …, sia dal punto di vista dell’accoglienza. Le giovani coppie, che arrivano oramai da dieci anni a Petritoli da tutte le parti del mondo, dall’Europa, dalla Russia, dall’Australia, dagli Stati Uniti, dalla Nuova Zelanda, dalla Cina, dal Giappone evidentemente hanno gradito totalmente sia l’accoglienza loro riservata dai cittadini residenti, sia l’ottima qualità offerta dalle strutture ricettive turistiche (vedi: www.palazzomannocchi.com), nonché la straordinaria posizione naturale di Petritoli e non ultimo la natura lussureggiante ed incontaminata. In questa “sintesi di paradiso terrestre” il passato ha tramandato opere d’arte, monumenti, architetture straordinariamente uniche che colpiscono sempre piacevolmente l’occhio del turista come non passano inosservati il sorriso e la cordialità dei petritolesi.
Il costante lavoro dell’Amministrazione Comunale, dopo il restauro dei Tre Archi, della Torre Civica resa anche agibile, il rifacimento di Piazza Tamanti, fa in modo che Petritoli si presenti, anche agli occhi dell’ospite più esigente, sempre in una forma smagliante, nella forma migliore. L’altro aspetto non trascurabile dell’arrivo di tanta gente a Petritoli è rappresentato dal ritorno economico di cui usufruisce l’intera comunità, dal ristoratore all’estetista, dal tabaccaio all’edicolante, al benzinaio, al barista, a tutte le attività che offrono un servizio pubblico. Sarà certamente anche questo che spinge i petritolesi, a volte con gradito dilettantismo, a dare il meglio di sé ai volti non noti che spesso e volentieri affollano le vie del paese.
 
Petritoli destinazione ideale per matrimoni, specie per gli stranieri: lo conferma anche una tesi di laurea
 
PETRITOLI – “A tutti i Petritolesi e …”, comincia così la dedica che Teresa Bentini di Ravenna ha fatto stampare a pagina tre della sua tesi di laurea. Il 19 aprile 2016 la Bentini ha brillantemente conseguito la Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo dell’Università di Macerata. Il titolo della tesi: “Marketing del turismo rurale. Sfide e opportunità per lo sviluppo delle Marche come destination wedding. Il caso di Petritoli come destinazione matrimoniale country-chic”. Relatore il Professor Alessio Cavicchi, correlatrice la Professoressa Giovanna Bertella della University of Tromso (Norvegia).
Teresa Bentini ha trascorso molto tempo nel paese della Valle dell’Aso e ha intervistato innumerevoli coppie di sposi stranieri, ha assistito alle cerimonie proprio per studiare il fenomeno; conoscere le peculiarità anche meno evidenti di Petritoli e capire le motivazioni che, da diversi anni, spingono coppie da ogni parte del mondo a scegliere questo borgo marchigiano, sconosciuto ai più, per festeggiare la loro unione civile. La Bentini ha illustrato alla commissione il lavoro svolto snocciolando sapientemente, quasi da Petritolese, le innumerevoli potenzialità della cittadina. Nella tesi sono riportate le interviste alle coppie di sposi, la descrizione del paesaggio e della cordialità dei residenti tanto apprezzata dagli stranieri, dei luoghi che l’Amministrazione Comunale ha sempre messo a disposizione per le cerimonie. Non mancano riferimenti alla ottima tradizione culinaria e nemmeno ad uno dei particolari maggiormente graditi dagli ospiti: i prezzi davvero invitanti di tutti i servizi.
Giancarlo Fabiani (Titolare dell’Antica Stamperia Fabiani) in qualità di “Padre Ralph”, come lo definisce scherzosamente Teresa nella tesi, che per cinque lunghi anni è stato delegato ad officiare i matrimoni civili: “Quella che ho vissuto oggi è stata un’esperienza meravigliosamente unica ed anche una straordinaria gratificazione per tutti quanti hanno sempre lavorato, senza mai risparmiarsi, per il bene del nostro ineguagliabile gioiello, Petritoli”.


Galleria